Parrocchie

«La parrocchia costituisce l’articolazione fondamentale della Chiesa particolare, la forma privilegiata della sua presenza e azione. “La comunione ecclesiale trova la sua espressione più immediata e visibile nella parrocchia: essa è l’ultima localizzazione della Chiesa, è in un certo senso la Chiesa stessa che vive in mezzo alle case dei suoi figli e delle sue figlie”.
“La comunità parrocchiale riunisce i credenti senza  chiedere  nessun’altra  condizione  che quella della fede e dell’unità cattolica. La sua ambizione  pastorale  è  quella  di  raccogliere nell’unità persone le più diverse tra loro per età, estrazione sociale, mentalità ed esperienza spirituale. Inserita di regola nella popolazione di un territorio, la parrocchia è la comunità cristiana che ne assume la responsabilità.
Ha il dovere di portare l’annuncio della fede a coloro che vi risiedono e sono lontani da essa, e deve farsi carico di tutti i problemi umani che accompagnano la vita di un popolo, per assicurare il contributo che la Chiesa può e deve portare. Così essa è dentro la società non solo luogo della comunione dei credenti, ma anche  segno  e  strumento  di  comunione  per tutti coloro che credono nei veri valori dell’uomo: simile alla fontana del villaggio, come amava dire papa Giovanni XXIII, a cui tutti ricorrono per la loro sete”».
(Primo Sinodo della Chiesa di Cesena-Sarsina, 310)

DIVISIONE DELLE PARROCCHIE PER FASCIE DI ABITANTI

Fino a 199 abitanti n. 9
Da     200 a  499 abitanti n. 17
Da     500 a  999 abitanti n. 11
Da  1.000 a  1.999 abitanti n. 25
Da  2.000 a  2.999 abitanti n. 11
Da  3.000 a  3.999 abitanti n. 11
Da  4.000 a  5.999 abitanti n. 9
Oltre 6.000 abitanti n. 2
————
Totale n. 95
Invia un contributo economico alla Diocesi !

Archivio Notizie